Cellulite: il nostro approccio originale

1. Studiamo la tua pelle
Come in tutti i nostri trattamenti iniziamo a studiare il percorso giusto per i nostri clienti partendo dall’analisi. Un approccio che riteniamo molto efficace e che ci dà molte soddisfazione è quello con il calco positivo trasparente.
Il calco viene effettuato con una apposita miscela di siliconi sull’avambraccio e nella zona zigomatica; il risultato è una pellicola che viene poi visionata con un Microscopio Biologico. L’utilizzo del test al microscopio permette una visione oggettiva dell’apparato tegumentario e evidenzia le varie anomalie della cute come la senescenza, la disidratazione, l’alipia, l’iperlipia, l’intossinazione e il suo grado di severità.
Valutando il grado di intossinazione della pelle riusciamo a proporre trattamenti, servizi e cosmetici professionali sulla base di una tecnica analitica precisa e sicura, che evidenzia la situazione cutanea in maniera rigorosa e consente di affrontare meglio la programmazione dei trattamenti e del mantenimento del risultato finale, nel tempo.
Il calco ci permette di controllare, ciclicamente, il miglioramento della situazione e di far verificare alla cliente la reale efficacia di un prodotto e di qualsiasi protocollo di lavoro.

2. Riequilibriamo il corpo
Una volta analizzata la pelle e il suo livello di intossinazione entriamo nel vivo del trattamento degli inestetismi. Iniziamo subito con riequilibrare il vostro corpo attraverso un trattamento preliminare di biorisonanza magnetica pulsata. La biorisonanza magnetica pulsata è un sistema che coinvolge tutte le cellule dell’organismo, che riconoscono i loro stessi segnali e si attivano. Questo linguaggio biologico è costituito da segnali magnetici a bassa intensità e a bassa frequenza e per questo motivo è privo di effetti collaterali.
La biorisonanza magnetica pulsata si basa sul principio della stimolazione duratura e delicata dell’organismo. Il principio è semplice e logico: se le cellule che sono alla base del nostro organismo sono in equilibrio allora tutto il nostro corpo è in equilibrio. Il sistema consente alle cellule di ricevere sostanza nutritive ed energia, in modo da ottimizzarne la funzionalità.
Il trattamento, con solo pochi minuti di applicazione, consente all’organismo di trovarsi nella condizione ottimale per ricevere il trattamento estetico richiesto.
Un fisico ossigenato, detossinato e rilassato può assimilare con maggior efficacia la manualità dell’operatore e l’azione benefica dei cosmetici utilizzati, consentendo al cliente di godere al meglio del momento di rigenerazione che si è dedicato.

3. Effetto dermo-correttivo
Dopo aver preparato il corpo e averlo ossigenato è il momento di un trattamento manuale che ci piace molto, sia per l’efficacia dei prodotti utilizzati, sia per il risultato di benessere globale e relativo abbassamento dello stress.
Parliamo infatti di Vitamin Body Firming, un innovativo trattamento per la rigenerazione della pelle del corpo basato sui concetti della più avanzata medicina anti-aging.
Questo trattamento è elaborato utilizzando i prodotti A Natural Difference, società americana specializzata nella cosmetica correttiva naturale, orientata già dal 1989 all’utilizzo di attivi bio-identici facilmente riconoscibili dal nostro organismo, delicati e efficaci.
Il Vitamin Body Firming è ideale per nutrire, tonificare, levigare e correggere le imperfezioni della pelle del corpo; il risultato è una doppia rimozione cellulare delle aree di secchezza, un forte supporto antiossidante, e nutrimento a base di Acidi Grassi Essenziali.

4. Drenaggio della linfa
Il percorso di trattamenti per gli inestetismi della cellulite, prosegue con il linfodrenaggio manuale Vodder, che drena a fondo, alleggerisce le gambe dalla prima seduta, ed è efficacissimo contro la cellulite.
Il suo segreto? Agisce sulla linfa, un liquido che scorre nel nostro corpo parallelamente al sangue, che serve a eliminare gli scarti delle funzioni fisiologiche e a produrre anticorpi, assicurando una detossinazione generale.
Ecco come funziona: il sistema vascolare linfatico è costituito da vasi, organi e da linfonodi, piccole stazioni che drenano e filtrano liquidi provenienti dal tessuto interstiziale, contribuendo all’eliminazione di tossine e sostanze esogene come batteri e virus.
Le stazioni linfonodali sono dislocate alla base del collo, a livello ascellare e inguinale e dietro al ginocchio. Ognuna drena un territorio ben definito dell’organismo. La cisterna di Pecquet (o “del chilo”) è un punto al livello del diaframma che funge da raccordo per lo smaltimento delle tossine e dei liquidi stagnanti: raccoglie la linfa proveniente dai linfonodi inguinali e la fa confluire nel dotto toracico, il quale poi la riversa nel circolo venoso, dove terminerà il suo percorso detossinante.
Un rallentamento o una lacuna di questo sistema provoca un ristagno di liquido (edema) e un malfunzionamento dei meccanismi di difesa. Purtroppo il deficit è sempre in agguato, dato che il sistema linfatico non ha un suo cuore che pompi e richiami il fluido: la linfa circola grazie ai movimenti dei muscoli e al funzionamento della pompa plantare.
Per aiutarla a non rimanere intrappolata nei tessuti (specie in quello connettivo, dando problemi come gonfiori, buccia d’arancia e cuscinetti), entra in gioco il drenaggio linfatico manuale.

5. Agiamo in profondità
L’approccio d’avanguardia Fusion coinvolge tutto il sistema “corpo” nel suo insieme, rispondendo in modo globale agli squilibri funzionali (inestetismi), mai in maniera sintomatica-temporanea. Questo avviene soprattutto quando si utilizzano le sospensioni minerali vulcaniche di Geomedical.
Questi prodotti provenienti dalla zona vulcanica del lago di Bolsena, hanno proprietà uniche e si contraddistinguano per la capacità assorbente, cioè di assorbire liquidi per osmosi, normalmente dovuta alla conformazione specifica del minerale, e per la capacità adsorbente ovvero l’attività cedente dei minerali.
Attraverso l’applicazione di estratti minerali puri di diverse rocce vulcaniche miscelati con acqua termale, si attivano componenti specifici in grado di ripristinare il sistema linfatico (Hallosyte) o la stasi circolatoria (Montmorillonite, Zeolite, Hallosyte); migliorare la tonicità dei tessuti e dell’ossigenazione (Zeolite); stimolare lo scioglimento degli accumuli adiposi (Montmorillonite); frenare i processi di invecchiamento cutanei e organici (Smectite).

6. Rifiniamo e esaltiamo
Per raggiungere la massima efficacia in Fusion proponiamo una delle più moderne tecniche utilizzabili nel trattamento dell’antiaging e del rilassamento cutaneo del viso e del corpo, la radiofrequenza monopolare, efficace nei trattamenti anticellulite.
Questo sistema è indicato per trattare atonia del tessuto, svuotamento dopo forti dimagrimenti, gravidanza, invecchiamento oppure al termine di percorsi per gli inestetismi della cellulite come replenishing.
La stimolazione meccanica LPG (principio di azione riconosciuto e convalidato da comitati scientifici internazionali) stimola in profondità risposte biologiche, riattivando l’eliminazione del grasso (lipolisi); consente di ammorbidire i tessuti (ridurre la fibrosi), stimolare il microcircolo (favorire gli scambi metabolici) e le adiposità localizzate (favorire la lipolisi del grasso); attiva la produzione delle fibre che sostengono la cute (collagene ed elastina); rimodella la silhouette in modo preciso e mirato, riequilibrando i volumi per ridare al corpo la sua forma ideale. In questo modo si favorisce la naturale eliminazione del grasso, la silhouette appare visibilmente più snella, i cuscinetti scompaiono e soprattutto si eliminano centimetri nei punti desiderati. La pelle risulta più morbida e levigata, ridensificata in profondità, soda e tonica. I contorni sono rimodellati, la figura è armoniosa e la cellulite scompare progressivamente.

0 comments on “Cellulite: il nostro approccio originale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.