Pratiche casalinghe per prepararsi all’inverno mandando via le tossine

Come ogni anno è arrivata la stagione che preferisco: l’autunno! Come tradizione vuole, inizio già a preparami per assaporare le tisane calde, gli infusi o addirittura ricoprirmi di coperte e borse dell’acqua calda. È poi giunto il momento di detossinare il corpo e quale periodo migliore c’è, se non questo? L’autunno come la primavera è una stagione di cambiamento, il corpo si prepara ad accogliere l’inverno e ci rigeneriamo. È il momento migliore quindi, di parlare dell’argomento che preferisco:

LA DETOSSINAZIONE!

Quest’anno oltre a ricordarvi di essere parchi, di seguire un’alimentazione corretta, vorrei consigliarvi alcune pratiche di di detossinazione che potete fare a casa vostra!

Non vi spaventate: non dovete costruire un bagno turco, ma solo cercare di ricavarvi 10 minuti di tempo, nella vostra routine quotidiana.

Spazzolatura a secco

Spazzolarsi con costanza, preferibilmente alla mattina è fondamentale.

La spazzolatura richiama sangue in superficie e – oltre a stimolare i tessuti – aiuta le nostre cellule a espellere le sostanze di scarto e di conseguenza a ricevere più ossigeno.

È una pratica semplicissima e vedrete che una volta provata starete subito meglio!

Pensate che nel nord Europa la spazzolatura è considerata una pratica di igiene fondamentale.

Bagno caldo

Se avete la vasca, dedicatevi un’ora, almeno una volta alla settimana per un bagno caldo con i Sali del mar morto e – perché no – aggiungete qualche olio essenziale, biologico ed estratto per corrente di vapore; ricordatevi anche di non usarlo mai puro ma di diluirlo come suggerito sulla confezione. Gli olii essenziali devono essere di qualità! Diffidate da quelli economici, sono molto dannosi e tossici per l’organismo. Io personalmente adoro l’arancio dolce o la lavanda. Il sale del mar morto, ha delle proprietà drenanti e detossinanti, grazie al suo quantitativo altissimo di potassio e magnesio, migliora l’ossigenazione dei tessuti e aiuta a espellere le sostanze nocive per il nostro organismo. Usatelo anche nei pediluvi: è eccellente in inverno, quando tornate a casa, per scaldarvi da una giornata fredda e uggiosa.

Quando uscite dalla vasca, evitate creme e olii occludenti, non specifici per la vostra cute. La pelle, soprattutto in questo periodo, deve respirare.

È normale che in questa fase avvertiate secchezza e una lieve disidratazione.

La torba fossile

Se non avete la vasca da bagno, potete dedicarvi all’applicazione della torba fossile che è un composto che io adoro!

Oltre a contenere un’altra concentrazione di acido umico che ha un alto potere assorbente e sfiammante sui tessuti congestionati e infiammati, è un prodotto davvero efficace. Il mio consiglio è di applicarla sul viso per avere un effetto rivitalizzante ma anche quello di applicarlo sull’addome per sfruttare il suo potente effetto detossinante.

L’intestino

Ricordatevi che l’intestino è il primo organo appesantito dal nostro accumulo tossinico. È bene, per stare meglio, aiutarlo e cercare di mantenerlo nelle sue condizioni ottimali. Tutto passa dall’intestino ,e come ho già descritto nelle precedenti “pillole di naturopatia”,è il primo organo da tenere in considerazione quando si fa detox.

Oltre ad aiutarlo con l’applicazione del cataplasma di torba fossile, vi consiglio di aiutarlo con l’utilizzo di tisane che favoriscono il transito intestinale.

Fidatevi: le vostre pance staranno subito meglio.

Olio di cocco

Una tecnica che risale alla tradizione Ajurvedica, consiste nel risciacquo della cavità orale con l’olio di cocco. Per chi non ne ha mai sentito parlare, può sembrare una cosa strana, ma fidatevi e provatelo.

Basta solo, alla mattina prima di fare colazione, fare dei risciacqui con l’olio di cocco.

Il procedimento è lo stesso di quando utilizzate il colluttorio.

Tutti i batteri e tutte le impurità che proliferano durante la notte vengono cosi eliminate. Poi potete fare colazione, lavarvi i denti e perché no? SPAZZOLARVI!

Il bistrattato olio di ricino

E sempre per rimanere in tema anche l’utilizzo dell’olio di ricino è super efficace! Le proprietà dell’olio di ricino erano già note ai guaritori popolari da migliaia di anni e purtroppo oggi si sente sempre meno parlare di questo prodotto. Per me rimane sempre un olio “miracoloso”.

È un olio depurativo, aiuta a rafforzare le difese immunitarie e lo smaltimento delle tossine presenti nel nostro corpo.

Oltre ad utilizzarlo per rafforzare e idratare le unghie e i capelli, potete usufruire delle sue fantastiche proprietà applicandolo nell’ombelico ogni sera .

L’ombelico è una zona molto irrorata di vasi sanguigni, quindi veicola i principi attivi del prodotto all’interno del nostro corpo e principalmente nel nostro intestino. Soprattutto per chi soffre di gonfiori addominali e irregolarità è una “mano santa”.

Esfoliazione

Ultima ma non meno importante,vi ricordo di esfoliarvi la cute, almeno 2 volte a settimana. Tendiamo a considerare la nostra pelle con poca importanza, ma è – anche lei – UN ORGANO.

Se pensiamo alla detossinazione subito pensiamo al fegato e ai reni, ma quasi mai alla la pelle, invece è importante anche lei.

Cercate di mantenere uno stile di vita sano, ogni tanto fate dei percorsi di detox, e tenete la vostra pelle pulita e in salute.

Buone pratiche e buon percorso a tutte!

Scarlett

0 comments on “Pratiche casalinghe per prepararsi all’inverno mandando via le tossine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.